Il Cerignola suona la nona sinfonia: demolito l’Audace Barletta

Alla vigilia, la trasferta in casa dell’Audace Barletta poteva dirsi insidiosa: è vero che i biancorossi avevano collezionato in punto nelle ultime tre partite, ma al “Manzi-Chiapulin” solo la Polisportiva Sammarco (ed in zona Cesarini) era riuscita a prevalere. La risposta dei gialloblu è stata un fenomenale 1-8, maturato con una gara esemplare e con sprazzi davvero di altissimo calcio. Gli ofantini si presentano con tre variazioni tra i titolari rispetto alla domenica precedente: Lombardi, Flavio Amoruso e la piacevolissima novità Daniele Amoruso, un under davvero interessante, in campo come fosse un veterano. La solita partenza sprint cerignolana porta già Morra in rete al 5′, che ribadisce in rete un non impeccabile intervento del portiere di casa. Lo 0-2 arriva proprio con Daniele Amoruso, freddo nel piazzare la sfera alle spalle di Dischiena, al termine di una bella azione corale. Il match sembra già in archivio, però la capolista regala letteralmente ai barlettani il gol che accorcia le distanze: pasticcio di Borrelli sulla propria trequarti, ed è un gioco da ragazzi per Crudo battere Vurchio. Gli uomini di Gallo (in tribuna ad incitare i suoi) impiegano appena quattro minuti per riallungare, grazie a Flavio Amoruso: l’Audace Barletta impegna ancora Vurchio, ma deve capitolare altre due volte prima dell’intervallo. Lombardi corona con la gioia personale una ottima prestazione, poi una splendida manovra interamente di prima, porta in un lampo Lasalandra a segnare l’1-5. Nella ripresa altre tre marcature, fra le quali spicca la sforbiciata in stile “figurine Panini” del capitano gialloblu, che si coordina alla perfezione meritandosi appieno la standing ovation dei propri tifosi. Ancora Lasalandra e Flavio Amoruso completano il tabellino di una ulteriore messe di gol -la terza consecutiva-, a confermare il ruolo di supremazia delle “cicogne”. Tuttavia, non è trascorso ancora un terzo del campionato ed il San Marco continua ad inseguire: domenica al “Monterisi” giungerà il Rocchetta Sant’Antonio, occasione per staccare i garganici, che usufruiranno del turno di riposo.

AUDACE BARLETTA-AUDACE CERIGNOLA 1-8

Audace Barletta: Dischiena, Riondino, Coviello (60′ Minafra), Adesso, Filannino Ruggero (46′ Filannino Riccardo), Lionetti, Musti N., Lanotte, Crudo (67′ Piccinni), Cafagna, Giannella. A disposizione: Torre, Musti A., Pedico, Dimatteo. Allenatore: Fabio Filomeno.

Audace Cerignola: Vurchio, Lombardi, Borrelli (46′ Matera G.), Schiavone, Colangione (70′ Cartagine), Matera F., Auciello, Amoruso D., Morra, Lasalandra (61′ Quarticelli), Amoruso F. A disposizione: Cirulli, Capocefalo, Grieco Gabriele, Conte. Allenatore: Giuseppe Crudele (squalificato Massimo Gallo).

Reti: 5′ Morra, 22′ Amoruso D., 29′ Crudo (AB), 33′ Amoruso F., 41′ Lombardi, 43′, 55′ e 59′ Lasalandra, 66′ Amoruso F.

Ammonito: Colangione (AC).

Angoli: 2-7. Recuperi: 0′ pt, 2′ st.

Arbitro: Totaro (Lecce).