Diciottesima vittoria in campionato dell’Audace: 0-1 all’Ultrattivi

L’Audace Cerignola espugna anche il “Cagnazzi” di Altamura, prevalendo 0-1 sull’Ultrattivi, nella ventesima giornata del girone A di Prima categoria. Mister Gallo decide per l’under Cirulli in porta, in luogo di Vurchio; difesa con Colucci, Colangione e Colonna; in mediana Auciello, Giuseppe Grieco, Schiavone e Lombardi; tridente con Morra, Dipasquale e Lasalandra. L’incontro inizia con una ventina di minuti di ritardo sull’orario stabilito delle 15, in ragione di una partita in programma precedentemente: i gialloblu soffrono tantissimo le condizioni di un campo in terra battuta che non permette di giocare di fino. Infatti, si contano innumerevoli lanci lunghi alla ricerca degli attaccanti, mentre i padroni di casa si chiudono aspettando eventuali ripartenze, che tuttavia non vengono concesse dalla retroguardia ofantina. Senza grosse emozioni, si chiude a reti inviolate un primo tempo abbastanza noioso.

La formazione cerignolana scende in campo per la ripresa con il proposito di forzare i tempi e sbloccare il risultato. Così, al 53′, Lasalandra calcia ed il portiere biancorosso Quaratino non trattiene: il più svelto è Morra, che ribadisce in fondo al sacco per il gol decisivo. Poco più tardi, Morra realizza il raddoppio, ma l’arbitro Desiderato annulla per un fuorigioco inesistente: vibranti le proteste della panchina dell’Audace ed a farne le spese è un dirigente, allontanato dal fischietto barlettano. La capolista contiene agevolmente la reazione altamurana ed anzi nel finale sfiora lo 0-2: sfortunato Dipasquale, che coglie la traversa di testa all’86’. Il Cerignola conquista l’undicesimo successo consecutivo ed il diciottesimo complessivo nel torneo: domenica prossima, al “Monterisi”, lo scontro al vertice con il San Marco. Non sarà una sfida decisiva, ma in caso di ulteriori tre punti si darebbe un indirizzo ben preciso per le sorti di un torneo che vede “cicogne” e garganici duellare in vetta.