Sporting Daunia Foggia-Cerignola 1-3: manca un passo alla festa

Ennesima vittoria per l’Audace Cerignola, che passa 1-3 sullo Sporting Daunia Foggia, nella 30ma giornata del girone A di Prima categoria. Risultato mai in discussione, con la capolista che, nonostante un campo certamente non consono alle proprie qualità, ha imposto il suo gioco ed il maggior tasso tecnico. Dopo tredici minuti, il match può spostarsi in favore degli ospiti, quando Schiavone è atterrato in area, col signor Rizzi di Barletta ad indicare il dischetto: Lasalandra però fallisce la massima punizione, col “cucchiaio” che termina alto sulla traversa. La resistenza dei foggiani è piegata dal gran gol di Flavio Amoruso, il quale di destro dal limite dei sedici metri coglie il sette al 39′. In chiusura di frazione, Giuseppe Matera ha la possibilità del raddoppio, trovando però la respinta del portiere. Ripresa al piccolo trotto, con l’Audace che chiude virtualmente l’incontro al 64′: Morra beffa un avversario con un pallonetto e fulmineo colpisce al volo, indirizzando all’incrocio dei pali per la ventottesima rete personale nel torneo. Il collega di reparto Flavio Amoruso non vuole essere da meno, così sette giri di lancette più tardi insacca per il tris e la propria gioia numero 25 nella classifica marcatori. Sugli sviluppi di un corner, al 92′ arriva il gol della bandiera dei padroni di casa, ma ormai non c’è più tempo. Il Cerignola resta largamente in testa e domenica prossima osserverà il turno di riposo. Il 17 maggio occhi puntati sul “Monterisi”: con la Virtus Molfetta potrebbe esserci la certezza aritmetica della Promozione.