Promosso l’Audace Cerignola: festa col 6-1 sulla Virtus Molfetta

Mancava solo la matematica, adesso c’è spazio solo per la gioia: l’Audace Cerignola vince, con due giornate d’anticipo, il girone A di Prima categoria e conquista l’accesso in Promozione. Il caldo e festoso pomeriggio gialloblu è iniziato con il corteo della tifoseria organizzata, che dal centro città è giunto allo stadio “Monterisi”, gremito da tantissimi appassionati. Il resto lo hanno fatto i ragazzi di Massimo Gallo, che superando 6-1 la Virtus Molfetta, hanno liberato tutto l’entusiasmo di un ambiente carico a mille e che ha ritrovato l’entusiasmo dei bei tempi. Sorprende un po’ il mister ofantino nell’undici di partenza, lasciando in panchina Morra e Flavio Amoruso, adottando un 3-4-1-2 con Giuseppe Grieco alle spalle delle punte. E’ proprio il centrocampista, al 3′, a concretizzare una splendida azione con il taglio in profondità su invito di Lasalandra ed il colpo sotto ad indirizzare dolcemente la sfera in fondo al sacco. Lasalandra raddoppia su punzione meritandosi applausi a scena aperta, Dipasquale realizza una doppietta che già prima della mezzora archivia il match. Nella ripresa, Gallo spende subito i tre cambi: dentro Morra, Flavio e Daniele Amoruso per Lasalandra, Giuseppe Grieco e Giuseppe Matera; il Cerignola sfiora più volte la marcatura, poi la scena è tutta per Vito Morra, sempre più tiratore scelto, a segno due volte per aggiornare alla fantastica quota 30 i gol nella sola Prima categoria. Si attende ormai solo il segnale di chiusura, ma anche i biancorossi meritano apprezzamenti per la rete della bandiera, siglata da Giuseppe De Candia con un pregevole pallonetto da 40 metri. Poi, è solo felicità sul rettangolo verde: un successo finale mai in discussione, un campionato condotto dalla prima giornata e numeri da record. Ventotto vittorie ed appena due pareggi, ben 113 gol fatti ed appena 10 subiti, un solo punto concesso fra le mura amiche. La nuova dirigenza con a capo il presidente Nicola Grieco ha mantenuto tutte le promesse: l’Audace vuole tornare sempre più ad essere grande e a ritrovare le categorie che le competono.

AUDACE CERIGNOLA-VIRTUS MOLFETTA 6-1

Audace Cerignola: Vurchio, Colucci, Matera G. (52′ Amoruso D.), Schiavone, Colangione, Matera F., Auciello, Conte, Dipasquale, Lasalandra (49′ Morra), Grieco Giuseppe (49′ Amoruso F.). A disposizione: Cirulli, Grieco Gabriele, Borrelli, Colonna. Allenatore: Massimo Gallo.

Virtus Molfetta: Detaro, Cusanno, Porcelli, Demaj, De Candia C., Amato (60′ Pisani), Monda, Sallustio (68′ Sasso), De Candia G., La Forgia (52′ Lucivero), Pesce. A disposizione: Xhafaj, Salamina, Sigrisi, De Gennaro. Allenatore: Nino Mininni.

Reti: 3′ Grieco Giuseppe, 14′ Lasalandra, 25′ e 28′ Dipasquale, 77′ ed 83′ Morra, 90′ De Candia G. (VM).

Ammoniti: Monda, Sasso (VM).

Angoli: 5-0. Recuperi: 1′ pt, 2′ st.

Arbitro: Mallardi (Bari).