Morra fa cadere il San Marco, buono l’esordio gialloblu

Come lo scorso anno. L’Audace Cerignola si affida ancora al bomber Vito Morra per iniziare con una vittoria questo campionato di Promozione che, a detta di molti, vede proprio gli uomini di Gallo come favoriti alla vittoria finale. L’esordio però si è rivelato più complicato del previsto, contro un San Marco ben organizzato, che ha resistito per 75 minuti alle offensive ofantine prima di subire il gol del bomber gialloblu. Gallo si presenta con il classico 3-4-3: tra i pali l’under classe ’97 Marinaro e in difesa il tridente d’esperienza con Colangione, Matera e il neo acquisto Ciano; sulle corsie esterne di centrocampo Colucci, sulla sinistra, e Monopoli (il migliore dei suoi quest’oggi, anch’esso under classe ’97) a destra, supportati dagli interni Schiavone e Amoruso (il terzo under, classe ’96). Attacco pesante con Lasalandra e Morra larghi a supporto della punta centrale, il capitano Dipasquale. Il San Marco risponde con un prudente 4-5-1 dal centrocampo folto: in porta Sportelli, bravo in diverse occasioni soprattutto nel primo tempo, protetto dalla line difensiva composta da Canistrò, Petrosa, Gualano (capitano) e Decesare; mediana con Iannacone allenatore/giocatore, Camillo e Barbone, supportati sugli esterni da Coco e Perna. Attacco affidato alla fisicità di Catalano. La terna arbitrale, della sezione di Molfetta, ha visto l’arbitro Allegretta coadiuvato dagli assistenti Morea e Natilla.

Prima frazione di gara giocata a ritmi piuttosto blandi, con la squadra di casa che, soprattutto nel reparto avanzato, è sembrata appesantita forse dai carichi di lavoro del precampionato; gli ospiti, di contro, hanno mostrato una buona organizzazione, specie a centrocampo, con chiusure puntuali e pressing in mediana. Poche le emozioni, con l’Audace che, in un paio di occasioni, prova a passare, dapprima con Lasalandra, al 3’, con un destro debole, e poi al 13’ con un colpo di testa di Morra troppo centrale per impensierire il portiere. La chance migliore capita sui piedi del giovane Monopoli che dopo l’ottimo stop di petto in area, a pochi metri dalla porta, spara alto di esterno destro. Al 35’ Amoruso commette fallo a centrocampo e riceve il primo cartellino giallo della partita. La prima frazione di gara si chiude sullo 0-0 dopo un solo minuto di recupero.

La ripresa inizia con l’Audace più convinta, un gioco più organizzato, grazie al giro palla dei difensori, e gli esterni bassi che raggiungono più spesso il fondo per crossare. Il San Marco aumenta la pressione e incorre in numerosi falli con l’espulsione, per doppia ammonizione a distanza di pochi minuti, di Iannacone al 60’: già ammonito al 56’ per fallo su Daniele Amoruso, commette l’ennesimo intervento sempre sul giovane centrocampista ofantino, quattro minuti più tardi. Il mister gialloblu Gallo allora decide di incrementare la forza offensiva, inserendo la quarta punta, Flavio Amoruso, per un difensore, Matera, e cambiando il modulo in 4-2-4; mossa, questa, che regala lo spazio a Morra per la rete: l’attaccante da destra, dopo aver ricevuto palla nello stretto da Monopoli, si libera rientrando sul sinistro e scarica col mancino un rasoterra che si infila nell’angolo basso alla destra del portiere. Il San Marco non reagisce, e l’Audace, forte della superiorità numerica, può controllare il risultato fino al fischio finale.

AUDACE CERIGNOLA – ASD SAN MARCO 1-0

Audace Cerignola: Marinaro, Monopoli, Colucci, Ciano, Colangione, Matera, Amoruso D., Schiavone, Dipasquale (capitano), Lasalandra, Morra. A disposizione: Vurchio, Grimaldi, Grieco, Russo, Conte, Pensa, Amoruso F.. Allenatore: Massimo Gallo.

San Marco: Sportelli, Canistrò, Pertosa, Iannacone, Gualano (capitano), Decesare, Camillo, Barbone, Catalano, Coco, Perna. A disposizione: Marchitto, Rinaldi, Nardella, Ianzano, Mininno, Ramunno, Nanni. Allenatore: Marcello Iannacone

Reti: 75’ Morra.

Ammoniti: Amoruso D. (AC); Nardella (SM).

Espulsi: Iannacone (SM).

Terna Arbitrale: Allegretta (arbitro); Morea (1° assistente); Natilla (2° assistente).