L’Audace già in testa da solo: 2-0 al Real Noci

Col più classico dei risultati, l’Audace Cerignola archivia anche la pratica Real Noci, portandosi già da solo in vetta del girone A di Promozione. La formazione ofantina denota una crescita costante di gioco e condizione, superando lo scoglio rappresentato da una fra le compagini che puntano ai quartieri alti della classifica. Dopo il turnover eseguito in coppa Italia, tornano al loro posto tutti i titolari, con un’unica e importante eccezione: Massimo Gallo preferisce Flavio Amoruso a Morra in avanti e, a conti fatti, la scelta si rivelerà azzeccata. E’ proprio l’attaccante infatti a realizzare il gol che rompe l’equilibrio al 14’: prolungato possesso gialloblu, palla sulla corsia sinistra con Lasalandra che serve Colucci in sovrapposizione, tracciante basso e teso, con Amoruso ben appostato sul secondo palo a depositare in rete. Forte del vantaggio, il Cerignola lascia per qualche minuto l’iniziativa agli ospiti, che però non creano affanni, pur dimostrando grande volontà. I gialloblu invece spingono soprattutto sull’asse mancino e prima Lasalandra, poi Colucci mancano la possibilità del raddoppio. Amoruso sfiora poi la doppietta, esibendosi in un pregevole tutto di testa su corner, trovando però la respinta sulla linea di porta di un difensore del Real Noci.

Uno dei punti di forza dell’Audace sono gli esterni: rapidi, estrosi e assai pericolosi. Se nel primo tempo Colucci era entrato pesantemente nel taccuino, nella ripresa è la volta di Monopoli: il tornante ex Foggia chiude virtualmente il match al 53’, spingendo di petto in fondo al sacco un cross di un Lasalandra in grande spolvero, solo parzialmente smanacciato dal portiere Netti. E’ ancora Monopoli a procurare poco più tardi un penalty (tocco col braccio su potente conclusione) per i suoi, ma Dipasquale si fa deviare in angolo dal bravo numero uno barese il tentativo di trasformazione. Schiavone e compagni controllano senza patemi ed il subentrato Morra si danna l’anima per incrementare il punteggio: l’ariete alza di un soffio la mira con un morbido pallonetto, mentre in zona Cesarini esplode un possente destro che si infrange sulla parte superiore della traversa. La squadra del presidente Grieco guarda già tutti dall’alto, malgrado si predichi calma e serenità, dato che si tratta appena della terza giornata. Domenica prossima in calendario la trasferta sul campo del Modugno (ex Nuova Molfetta), per cercare di servire il poker al tavolo delle pretendenti al salto di categoria.

AUDACE CERIGNOLA-REAL NOCI 2-0

Audace Cerignola: Marinaro, Monopoli (80′ Russo), Colucci S., Ciano, Colangione, Matera, Amoruso D., Schiavone, Dipasquale (60′ Morra), Amoruso F. (71′ Grieco Giuseppe). A disposizione: Vurchio, Conte, Pensa, Borrelli. Allenatore: Massimo Gallo.

Real Noci: Netti, Svezia (38′ Cino), Fortunato (80′ Salatino), Lippolis, Faccitondo, Clementini, Lucia, Colella, Recchia D. (76′ Sciatta), Laera, Salvati. A disposizione: Donatelli, Matarrese, Recchia A., Sansonetti. Allenatore: Paolo Dalena.

Reti: 14′ Amoruso F., 53′ Monopoli.

Ammoniti: Colangione, Amoruso D., Schiavone (AC); Clementini, Salvati, Cino (RN).

Angoli: 8-1. Fuorigioco: 5-2. Recuperi: 2′ pt, 4′ st.

Note: Netti al 59′ para un rigore a Dipasquale (AC).

Arbitro: Carrer (Barletta). Assistenti: Fiore-Vitobello (Barletta).