Gran bel Derby dell’Ofanto: il Cerignola piega nel finale il Canosa

Seconda vittoria consecutiva in rimonta per l’Audace Cerignola, che ha ragione solo nei minuti finali di un bel Canosa, ben organizzato e mai domo. Un derby frizzante al “Monterisi”, con gli ofantini che ribaltano il risultato prevalendo anche su sfortuna (ben tre pali colpiti) ed un paio di decisioni discutibili del sig.Scaraggi di Molfetta. Gallo schiera dal primo minuto una formazione molto spregiudicata, con tutta la batteria degli attaccanti in campo; di nuovo titolari poi Ciano in difesa e Monopoli sulla fascia destra. Morra spreca in diagonale davanti a Camerino alle prime scaramucce del match: stessi protagonisti poco più tardi, con il portiere ospite ad alzare in angolo una bordata dell’ariete, che sul corner susseguente centra sottomisura il palo. Dalla metà del primo tempo, l’ordinato Canosa comincia a fare presa col suo modulo a zona: Iacobone e compagni crescono ed i gialloblu corrono un serio rischio sul colpo di testa di Palmitessa, sul quale è prodigiosa la risposta di Marinaro. Pochi secondi dopo, Lasalandra serve Morra, che manda la sfera ancora contro il legno. Quando il primo tempo sembra andare in archivio, Coppola sorprende alle spalle Colucci su un lancio di Cellamaro, regalando il vantaggio ai suoi.

Il Cerignola torna dagli spogliatoi rabbioso ed alla ricerca del pareggio, ma sbatte ancora sul palo (Dipasquale al 47′): il capitano assistito da Schiavone manca clamorosamente la marcatura, solo davanti a Camerino. La scossa arriva dall’ingresso di Russo, al posto di un opaco Monopoli: la sovrapposizione del neoentrato permette a Morra di accentrarsi dalla destra e di scaricare un sinistro che supera il numero uno rossoblu. Mancano venticinque minuti al termine e la capolista generosamente vuole completare la rimonta: Zitoli interviene col braccio alto in area (un episodio simile era avvenuto nella prima frazione), ma Scaraggi fa segno di continuare. All’86’, Dipasquale su torre di Morra infila il pallone del sorpasso, per la gioia del numerosissimo pubblico presente sugli spalti. Non solo tecnica e piedi buoni: l’Audace possiede carattere e grinta e, naturalmente, i successi così sofferti danno anche maggiore soddisfazione. Sempre a punteggio pieno, ora gli ofantini sono attesi dalla trasferta di Giovinazzo, squadra che attualmente naviga in zona playout.

AUDACE CERIGNOLA-CANOSA 2-1

Audace Cerignola: Marinaro, Monopoli (57′ Russo), Colucci S., Ciano, Colangione, Amoruso D., Amoruso F. (70′ Grieco Giuseppe), Schiavone, Dipasquale, Lasalandra (91′ Colucci A.), Morra. A disposizione: Vurchio, Grieco Gabriele, Fiorino, Pensa. Allenatore: Massimo Gallo.

Canosa: Camerino, Dattoli, Zitoli, Polichetti, Abruzzese A., Iacobone, Coppola (66′ Caputo), Cellamaro, Ardito (65′ Lomuscio), Palmitessa (56′ Losito), Lombardi. A disposizione: De Blasio, Abruzzese V., Curci, Fusiello. Allenatore: Giuseppe Scaringella.

Reti: 46′ pt Coppola (C), 64′ Morra, 86′ Dipasquale.

Ammoniti: Ciano, Schiavone (AC); Losito (C). Espulso: al 95′ Iacobone (C) per proteste.

Angoli: 7-3. Fuorigioco: 5-2. Recuperi: 1′ pt, 4′ st.

Arbitro: Scaraggi (Molfetta). Assistenti: Fracchiolla-Ostuni (Bari).