Sei gol alla Rinascita Rutiglianese, è un Cerignola inarrestabile

Tredici gol nelle ultime due partite, un vantaggio in vetta che aumenta domenica dopo domenica, il titolo di campione d’inverno già concretizzatosi una settimana fa. L’Audace Cerignola non fa sconti e prosegue la sua personalissima marcia trionfale: nella tredicesima giornata, a cedere con un tennistico 6-0 è stata la Rinascita Rutiglianese. Massimo Gallo opera due sole variazioni all’undici vittorioso sul Gargano: Vurchio torna anche in campionato a difendere la porta, Daniele Amoruso fa coppia con Schiavone in mediana. Già al 2′ il match è in discesa per gli ofantini: la difesa rutiglianese si fa sorprendere su un lancio dalla linea mediana, Morra non conclude sul precipitoso ritorno dei centrali, ma è lesto Flavio Amoruso nel ribadire in fondo al sacco. Russo (prestazione di grande abnegazione la sua), si vede negare la gioia del gol da Girolamo, che devia sulla traversa un suo colpo di testa. Segue un momento in cui l’Audace sembra in attesa, ma è solo una pura sensazione: Giuseppe Grieco si guadagna un calcio di rigore per atterramento di Colella, dal dischetto Morra trasforma. Nel finale di frazione, i tifosi giunti al “Monterisi” applaudono per altre due marcature: Flavio Amoruso realizza da consumato bomber d’area, poi si inventa assistman per l’inzuccata vincente di Giuseppe Grieco.

Nell’intervallo, un bel momento di solidarietà, con la consegna -da parte dei tifosi del Club Ultras 1984- di gadgets gialloblu ad un gruppo di persone diversamente abili, presenti allo stadio per iniziativa degli stessi supporters gialloblu. Nella ripresa, il tecnico ofantino manda in campo i giovani Monopoli e Fiorino, aggiornando a cinque il conto degli under sul rettangolo verde. Flavio Amoruso in area piccola confeziona la tripletta sul servizio di Russo (52′), dieci minuti più tardi Monopoli conquista una nuova massima punizione, per il secondo centro dagli undici metri di Morra. A parte altri due tentativi senza fortuna di Russo, la sfida non ha altro da raccontare, se non la festa e l’entusiasmo di squadra e sostenitori al triplice fischio. Il Cerignola fila via a +14 sul Modugno, ora secondo: le “cicogne” macinano record su record e andranno in trasferta a Bitritto nel prossimo turno, il penultimo del girone d’andata.

AUDACE CERIGNOLA-RINASCITA RUTIGLIANESE 6-0

Audace Cerignola: Vurchio, Grimaldi, Colucci S. (54′ Fiorino), Ciano, Colangione, Amoruso D., Russo, Schiavone, Morra, Grieco Giuseppe (49′ Monopoli), Amoruso F. (65′ Grieco Gabriele). A disposizione: Marinaro, Colucci A., Pensa, Conte. Allenatore: Massimo Gallo.

Rinascita Rutiglianese: Girolamo, Gentile, Ferro G., D’Addiego, Piarulli (46′ Lorusso), Settanni, Ferro V. (46′ Rubino), Catalano, Pinto, Cesario (46′ Haka), Colella. A disposizione: Radogna, Rossini, Ferro M., Difronzo. Allenatore: Michele Valentini.

Reti: 2′ Amoruso F., 26′ Morra (rig), 44′ Amoruso F., 46′ pt Grieco Giuseppe, 52′ Amoruso F., 62′ Morra (rig).

Ammoniti: Amoruso D., Russo, Amoruso F. (AC); Gentile, Settanni, Colella (RR).

Angoli: 4-2. Fuorigioco: 2-4. Recuperi: 4′ pt, 3′ st.

Arbitro: Carrer (Barletta). Assistenti: Fiore-Pavone (Barletta).