Rinascita Rutiglianese-Audace Cerignola 1-2: ottanta partite di imbattibilità per i gialloblu

L’Audace Cerignola pianta la sua bandierina anche a Rutigliano: il successo esterno di misura (1-2) porta con sè la venticinquesima affermazione in ventotto giornate di Promozione. Non è stata una passeggiata prevalere sulla formazione di Di Venere: vuoi per i primi caldi, vuoi per il terreno di gioco non in perfette condizioni nonostante un cielo terso, nel finale è stato Russo a regalare i tre punti. Mister Massimo Gallo sopperisce alle assenze per squalifica di Schiavone, Morra e Monopoli con gli inserimenti di Conte, Flavio Amoruso e Gabriele Grieco; confermato come terzino destro invece l’under Cappellari. Alla prima occasione del match, l’Audace passa: minuto 17, un contropiede da manuale innesca Lasalandra sulla fascia sinistra, il quale mette al centro dell’area dove Gabriele Grieco fa centro, dimenticato dai difensori baresi. La Rinascita Rutiglianese reagisce subito e, dopo un tentativo sventato da Marinaro, è Colella al 28′ a riequilibrare i conti, sugli sviluppi di un angolo. I padroni di casa organizzano un pressing a tutto campo per limitare le avanzate gialloblu, e fino al duplice fischio riescono nell’intento, tant’è che la botta al volo di Colangione respinta da Lattaruli è l’ultimo sussulto del primo tempo.

Il Cerignola torna in campo alla ricerca del nuovo vantaggio: i due capitani protagonisti al 47′, quando Dipasquale colpisce di testa e D’Addiego per i baresi salva sulla linea. I granata perdono di tono atletico, ed il match non manca di animi accesi: il tecnico rutiglianese Di Venere è allontanato dal sig.Montanaro di Taranto. Gli avversari tirano sempre più i remi in barca e per gli ofantini è solo questione di tempo: si impreca alla sfortuna per la traversa centrata da Flavio Amoruso, poi all’80’ il pimpante e irresistibile Lasalandra di giornata parte sull’out sinistro e serve Borrelli a rimorchio, il cui cross è preda di Russo, che con una testata precisa all’angolino basso alla destra del portiere sigla il quinto gol in stagione e mette la firma sull’ennesima vittoria in campionato. Per l’Audace ottantesimo risultato utile consecutivo: nel prossimo turno casalingo con la Virtus Bitritto, la meritata festa per numeri davvero strabilianti.

RINASCITA RUTIGLIANESE-AUDACE CERIGNOLA 1-2

Rinascita Rutiglianese: Lattaruli, Pellegrino (92′ Franco), D’Addiego, Rubino, Piarulli, Vittorio, Liturri (86′ Cepparano), Catalano, Sciangalepore, Pinto (72′ Miccoli), Colella. A disposizione: Girolamo, Passeri, Ferro V., Valenzano. Allenatore: Muzio Di Venere.

Audace Cerignola: Marinaro, Cappellari, Borrelli (81′ Colucci A.), Ciano, Colangione, Grieco Gabriele (86′ Matera), Russo, Conte, Dipasquale, Lasalandra, Amoruso F.. A disposizione: Vurchio, Amoruso D., Grimaldi, Casale. Allenatore: Massimo Gallo.

Reti: 17′ Grieco Gabriele, 28′ Colella (RR), 80′ Russo.

Ammoniti: D’Addiego, Piarulli, Sciangalepore (RR); Grieco Gabriele, Russo, Amoruso F., Matera (AC). Espulso: il tecnico della Rinascita Rutiglianese, Di Venere, al 63′ per proteste.

Angoli: 2-7. Fuorigioco: 7-5. Recuperi: 1′ pt, 4′ st.

Arbitro: Montanaro (Taranto). Assistenti: Festa-Daddato (Barletta).