Pregara Audace Cerignola-Otranto

Undicesima giornata nel campionato di Eccellenza: l’Audace Cerignola affronta al “Monterisi” l’Otranto (domani, ore 14.30). Gli ofantini provengono da un periodo molto ricco, di vittorie e di punti: ben 15 ed un successo esterno domenica scorsa contro l’Unione Calcio Bisceglie. Mister Farina sottolinea: «I ragazzi hanno fatto una grande interpretazione della gara, sono soddisfatto: abbiamo creato molte ripartenze, va bene così». I gol realizzati da Russo ed Oliva, soprattutto l’under sta migliorando a vista d’occhio settimana dopo settimana, confermandosi fra i protagonisti: «Sì, Oliva sta crescendo come tutti gli under: loro sono ancora da formare completamente e bisogna stare attenti a dare loro le giuste indicazioni, anche con l’aiuto dei più esperti, perché questi sono campi difficili». Arriva l’Otranto, che appare in flessione viste le tre sconfitte nelle ultime quattro partite, ma che di certo verrà a Cerignola per interrompere il trend negativo: «L’Otranto è in semifinale di coppa ed è stata l’ultima squadra ad aver fermato il Bitonto in campionato: li ho visti bene, hanno molti stranieri ed un organico che può entrare in lotta per i playoff -afferma il tecnico casertano-. C’è da affrontarli con la giusta concentrazione, bloccando i loro uomini migliori». Un momento davvero felice per i gialloblu, l’allenatore prova a spiegare la piccola ricetta: «Se vedo gente non motivata non la faccio giocare: cerco di cambiare formazione ogni settimana, perché mi serve gente fresca che dia il massimo, anche a livello di stimoli. Però ribadisco che pensiamo domenica dopo domenica, mai oltre». Sullo schieramento iniziale, Schiavone, Grieco ed Amoruso si giocano la maglia di Carmine Marinaro, squalificato domani: per il resto ancora qualche dubbio, ma sostanzialmente non ci si allontanerà dalle ultime uscite.

L’Otranto ha totalizzato 14 punti in classifica ed occupa l’ottavo posto: il ruolino di marcia parla di quattro vittorie, due pareggi e quattro sconfitte; otto gol fatti e sette subiti, di cui tre solo nell’ultimo ko casalingo con il Barletta. La rosa a disposizione di mister Salvadore ha numerosi stranieri, fra i quali il camerunense Deffo e gli spagnoli Roldan, Jimenez e Sanchez Martin (quest’ultimo squalificato domani). In più, c’è l’ex centrocampista in serie A di Lecce, Bologna e Roma, Francisco Lima, tornato al calcio giocato a 45 anni, dopo un lustro di inattività. Il bomber principe è Eugenio Palma, autore di ben sei delle otto marcature segnate dai salentini. Dirigerà l’incontro il sig.Natilla della sezione di Molfetta, coadiuvato dagli assistenti Colavito di Bari e Festa di Barletta.