Pregara Audace Cerignola-Avetrana

Ultimo turno di andata per il campionato di Eccellenza: domani, alle 14.30 al “Monterisi”, l’Audace Cerignola giocherà contro l’Avetrana. Gli ofantini sono reduci dal pareggio all’ultimo secondo o quasi nello scontro diretto a Bitonto, un risultato su cui ben volentieri torna mister Francesco Farina: «Ho una squadra con un grandissimo carattere: i ragazzi non mollano mai ed è una cosa bella per un allenatore. Si poteva fare meglio nella sbavatura che ha portato al rigore per loro, avevo in mente un piano ben preciso per la partita che prevedeva nel finale le tre punte in paità numerica. Gli ingressi di Russo, Ladogana e di Amoruso ci hanno dato energia ed alla fine il pareggio è stato giusto, soprattutto per quanto fatto vedere nel primo tempo». Grande combattività ed una voglia di lottare sempre, fra gli ingredienti della ricetta del tecnico casertano: «E’ sempre stata una caratteristica delle mie squadre -ammette-: se non hai in campo uomini che lottano su ogni pallone non fai niente. Dal magazziniere al presidente non si deve mai pensare che sia finita quando si gioca. Con la tifoseria giunta a Bitonto ad incitarci sempre anche sotto nel punteggio, il gol a pochi istanti dalla fine è stato uno dei più belli della mia carriera, sinceramente». Ora l’Avetrana, invischiata nella zona retrocessione ma è sempre opportuno diffidare di una squadra pericolante: «Sono curioso di vederli, perché non capisco come mai siano lì in basso con gente come Arcadio, Coquin, Richella. Secondo me verranno a disputare una grossa partita e dovremo affrontarli meglio di come abbiamo sfidato il Bitonto, perché domani sarà determinante». Assenti Ciano e Cappellari per squalifica, l’allenatore ha un dubbio fra Trovè ed Oliva per l’under classe ’98, mentre uno fra Matera e Martinez prenderà il posto del difensore centrale.

L’Avetrana è penultima, in compagnia dell’Hellas Taranto: 10 i punti conquistati, con un bilancio di due vittorie, altrettanti pareggi ed otto sconfitte; dodici i gol fatti, ventidue quelli subiti. Alla prima esperienza in Eccellenza, i tarantini cercano l’impresa di conservare il posto nella categoria, anche se nelle ultime quattro giornate hanno raccolto solo un punto ed in trasferta hanno vinto solo con la versione juniores della Vigor Trani. Tuttavia, nell’organico a disposizione di mister Pellegrino ci sono buoni elementi, come i citati Coquin, Richella o Radicchio ed il portiere Maggi. La partita inizierà alle 14.30, con la direzione di gara affidata al sig.Daddato della sezione di Barletta, coadiuvato dagli assistenti Patruno di Bari e Festa di Barletta.