Pregara Audace Cerignola-Hellas Taranto

Ultima gara dell’anno 2016 e prima giornata di ritorno del campionato di Eccellenza: l’Audace cerignola affronta domani (ore 14.30 al “Monterisi”) l’Hellas Taranto. Gli ofantini sono tornati in prima posizione (anche se in condominio col Bitonto) grazie al 4-2 rifilato all’Avetrana quasi una settimana fa, con un gran secondo tempo ed una intensità che è piaciuta a mister Francesco Farina: «Già nel primo tempo avevamo avuto belle occasioni, nel secondo tempo ci è andato tutto bene ed il risultato è stato giusto. I ragazzi hanno ribaltato lo svantaggio con grande slancio e generosità». Si è chiuso il mercato di riparazione con l’Audace che ha piazzato un nuovo grandissimo colpo, Vicedomini: «Sono soddisfattissimo delle operazioni della società, abbiamo fatto una rincorsa incredibile da quando sono arrivato e meritiamo il primo posto -sentenzia il tecnico-. L’arrivo di Vicedomini è sicuramente importante per le sue qualità e perché siamo un po’ corti a centrocampo nel settore centrale: con lui colmiamo il vuoto. Devo fare un plauso alla società, sicuramente il neoarrivo ci darà una mano in futuro». L’Hellas Taranto è una pericolante come l’Avetrana e, come il precedente avversario insegna, bisgonerà andare coi piedi di piombo: «Le partite vanno giocate tutte in un campionato equilibrato come questo: bisogna interpretare la partita nel giusto modo, soprattutto quando sei capolista e tutte vengono a fare la partita della vita. L’Hellas Taranto ha giocatori come Crupi e Chiffi che sono degli attaccanti di categoria, dovremo avere la giusta attenzione». C’è da massimizzare la terza sfida interna sulle ultime quattro, per andare alla sosta guardando tutti dall’alto: «Bisogna continuare su questa strada, cercando di poter dare una grande soddisfazione alla nostra società e ai nostri splendidi tifosi -afferma Farina-. Colgo l’occasione per fare loro i migliori auguri di Buone Feste». Tornano disponibili in formazione Ciano e Cappellari, scontata la squalifica, mentre Pollidori è stato fermato dal giudice sportivo: al suo posto possibile l’esordio di Vicedomini, oppure il rilancio di Amoruso.

L’Hellas Taranto ha collezionato 10 punti in classifica ed ha un bilancio complessivo di una sola vittoria, sette pareggi e sette sconfitte; sette i gol realizzati (peggior attacco dell’Eccellenza), diciassette quelli subiti. La squadra guidata da Renna ha ottenuto la sua unica affermazione in trasferta a Galatina alla seconda giornata e proprio lontano da casa si esprime meglio: 7 punti su 10 sono infatti arrivati in campo avverso. Una compagine non semplice da affrontare e che oltre a Chiffi e Crupi in avanti ha rinforzato il centrocampo con Fonzino. La direzione di gara è stata affidata al sig.Mallardi della sezione di Bari, coadiuvato dagli assistenti Ostuni di Bari e De Palma di Molfetta.