Pregara Audace Cerignola-Barletta

Domani al “Monterisi” si scriverà una pagina di storia del calcio locale: per la prima volta infatti, si disputerà una partita sotto i riflettori, la sfida con il Barletta (ore 17.30). I gialloblu sono rimasti in vetta con lo stesso vantaggio (tre punti sul Bitonto) dopo lo 0-1 in casa del Noicattaro, match sul quale torna mister Francesco Farina: «Partita importante da parte nostra, perché abbiamo incontrato una squadra che ha fatto di tutto per portare a casa il risultato. Siamo stati bravi su un campo che non permetteva di giocare molto, i ragazzi hanno dato il massimo ed alla fine abbiamo meritato la vittoria». Avversario di turno il Barletta, partito con ben altre ambizioni ed ora costretto a rincorrere i playoff: il tecnico però, non crede ad una formazione dimessa. «Conosco tutti i giocatori del Barletta, loro sono una squadra importante -dice-. Mi meraviglio di come sia indietro, perché ha una rosa molto di livello. Come ogni avversario qui al “Monterisi” verrà a fare la sua gara, fanno bene a pensare di poter vincere qui: è giusto che ciascuno che affronti il Cerignola punti al massimo». Il fatto di sapere d’ora in poi almeno in casa i risultati delle concorrenti può essere un vantaggio o metterà maggiore pressione ai giocatori ofantini? «Noi guardiamo una partita alla volta, il campionato per me si vince a quota 72-73 punti -commenta l’allenatore casertano-. Quando rincorro guardo i risultati, in testa invece c’è da pensare solo a sé stessi». Sulla portata storica del confronto di domani e sul fermento in città, Farina non vuole distrazioni: «Dobbiamo isolarci, non farci prendere dall’euforia sulla partita serale. Ci fa piacere certo, ma è una sfida come tutte le altre, ma non dobbiamo farci abbagliare dai riflettori. C’è da stare molto attenti domani».

Il Barletta si trova in quinta piazza, con 29 punti ed un bilancio di otto vittorie, cinque pareggi e cinque sconfitte; ventisette gol fatti e sedici subiti. Dai primi giorni di novembre, Pizzulli (ex in panchina) è subentrato a Bitetto, ma i biancorossi partiti con ben altre ambizioni in questo torneo, stanno faticando a trovare il passo delle prime. Anche la rosa nel mercato dicembrino è stata parecchio modificata, con diverse ed importanti partenze: fra i nuovi acquisti, nomi quali Monopoli, Lavopa, Faccini e Lorusso. In difesa c’è l’esperto Digiorgio, mentre Sguera e Mignogna sono le mine vaganti del reparto offensivo. All’andata finì 3-0 per il Barletta, ma ad un girone di distanza le cose sono molto cambiate per entrambe le compagini. Dirigerà l’incontro il sig.Grimaldi della sezione di Genova, coadiuvato dagli assistenti Casula di Taranto ed Abbinante di Bari.