Pregara Audace Cerignola-Pro Italia Galatina

L’Audace Cerignola torna al “Monterisi”: nella 22ma giornata di Eccellenza, i gialloblu ospitano la Pro Italia Galatina, per tornare al successo dopo due pareggi esterni consecutivi. Domenica scorsa, un 1-1 conquistato a Casarano con i denti, grazie ad una squadra determinata e mai doma su un campo davvero ostico: «Sì, nel primo tempo loro hanno giocato meglio e ci hanno messo in difficoltà -esordisce mister Francesco Farina-. Poi nella ripresa la partita sia stata più equilibrata ed il risultato credo sia giusto, soprattutto per la voglia e l’impegno che ci hanno messo i ragazzi». Il vantaggio sulle inseguitrici si è assottigliato, c’è da dire che però il Cerignola ha sostenuto tre sfide molto impegnative in rapida serie: «In questo trittico abbiamo speso tanto a livello fisico, anche perché i campionati si vincono anche per un punto. Siamo in testa alla classifica ed è giusto che gli avversari accorcino quando pareggiamo -prosegue-. La cosa importante è fare punti in ogni gara, e cercare di trarre in questa fase finale del torneo, soprattutto in trasferta, e cercare di recuperare tutti il più in fretta possibile». Domani avversario un Galatina che arriverà fortemente rimaneggiato, fra squalifiche ed infortuni: «Ho grosso rispetto per il Galatina e per mister Mosca, uno fra i migliori della categoria. Hanno un attacco rapidissimo, con Negro e Quintana e verranno qui a fare la loro partita. Noi dobbiamo pensare sempre a noi stessi, migliorare sul gioco perché ultimamente abbiamo avuto un calo su quel fronte. Ci vuole pazienza, avremo molto tempo per fare nostra la partita, con la tranquillità di chi sa di essere più forte». Qualche problema di formazione per l’allenatore casertano (ancora squalificato): Morra fermo per i tre turni comminati dal giudice sportivo, in forse Ladogana ed attacco che dovrebbe reggersi sui soli Loiodice e Di Rito.

La Pro Italia Galatina occupa la decima posizione con 25 punti ed un bilancio di sette vittorie, quattro pareggi e dieci sconfitte; diciassette i gol fatti e ventuno quelli subiti. I salentini hanno avuto un periodo di forte ascesa fra dicembre ed inizio gennaio, anche e soprattutto grazie ai nuovi innesti arrivati dal mercato di riparazione, fra cui l’attaccante Quintana e l’esterno offensivo Negro. I biancostellati si presenteranno abbastanza incerottati: quattro indisponibili per squalifica e diversi infortunati, fra cui Paulinho, centrocampista portoghese fra gli uomini più di qualità. Galatina che è reduce dalla sconfitta esterna di una settimana fa a Barletta e che cercherà di onorare l’impegno malgrado le tante defezioni. Dirigerà l’incontro il sig.Salomone della sezione di Bari, coadiuvato dagli assistenti Fiore di Barletta e Miccoli di Brindisi.