Pregara Novoli-Audace Cerignola

Giornata numero 24 nel campionato di Eccellenza e seconda trasferta consecutiva per l’Audace Cerignola, impegnata domani (ore 15) sul campo in terra battuta di Novoli. Il blitz esterno di Vieste ha consentito ai gialloblu di accumulare un’altra distanza sulle dirette inseguitrici per la promozione, ora il Bitonto è secondo a quattro lunghezze. Mister Farina torna sul match disputato domenica scorsa: «Siamo stati sì cinici, ma abbiamo avuto otto nitide occasioni da gol e qual rigore mancato nel primo tempo su Di Rito che avrebbe cambiato la gara. Dopo i primi venti minuti ci siamo assestati e tranne qualche occasione su palla inattiva, il Vieste non ha mai creato problemi. La squadra ha disputato un grandissimo secondo tempo e creato molto, realizzando quattro gol: negli ultimi tempi stiamo segnando parecchio». Domani c’è un Novoli in lotta per salvarsi e che fa del proprio terreno di gioco l’arma in più: «Dobbiamo pensare soprattutto a noi, andiamo lì per vincere -chiarisce l’allenatore-: c’è la consapevolezza che sia un passaggio importante per il campionato, ma sapendo anche che lo stesso non finisce domenica sera. Bisogna stare sulla corda tutte le partite: troveremo un campo pesante e dovremo essere determinati con grande agonismo ed aggressività. Ci siamo allenati a Trinitapoli proprio per abituarci a quel terreno». Oltre a Morra sarà assente Pollidori, che è diventato un cardine della formazione ofantina: «Sicuramente è una assenza importante, tuttavia ho a disposizione una rosa ampia e cercheremo addirittura di migliorarci senza Pollidori. -sostiene Farina-. Non dobbiamo avere alibi: cercare la vittoria a tutti i costi e non pensare a chi sta fuori è il nostro obiettivo. Chi lo sostituirà dovrà dimostrarmi di essere meglio del giocatore assente». Non è ancora deciso il sostituto del jolly barlettano in mediana, con il tecnico che dovrebbe confermare quasi integralmente la formazione vista a Vieste: possibile il rientro in difesa di Altares, a rischio squalifica come Ciano, Russo e Carmine Marinaro.

Il Novoli occupa la undicesima piazza con 23 punti, appena sopra la soglia playout: il bilancio è di cinque vittorie, otto pareggi e dieci sconfitte; diciannove i gol fatti, ventiquattro quelli subiti. I rossoblu leccesi non vincono da otto gare e non ancora hanno festeggiato un successo nel 2017: l’organico guidato da Schipa ha validi elementi e di esperienza, come gli arrivi di Malagnino, De Michele e Laghezza testimoniano. Altri giocatori di spessore sono il difensore e capitano Potì, il centrocampista Di Silvestro e l’attaccante Rizzo. Nel precedente turno, per il Novoli buon punto esterno a Barletta. Dirigerà il match il sig.Di Reda della sezione di Molfetta, coadiuvato dagli assistenti Abbinante e Patruno entrambi di Bari.