Pregara Audace Cerignola-Unione Calcio Bisceglie

Dopo due trasferte consecutive, l’Audace Cerignola torna al “Monterisi”: domani, per la 25ma giornata di campionato (ore 17.30), gli ofantini riceveranno l’Unione Calcio Bisceglie. Una sfida da vincere, perché il pareggio in casa del Novoli ha ridotto le distanze sulle dirette inseguitrici a due e quattro punti, con Bitonto ed Altamura in agguato. Sul match contro i leccesi, è tornato mister Farina nella consueta conferenza prepartita: «E’ stato un pareggio che non mi è piaciuto perché siamo andati a Novoli senza quattro, cinque giocatori importanti. Nonostante questo abbiamo fatto un ottima partita, e devo dire che in carriera mai mi era capitato che negassero rigori così evidenti. Non è un alibi, ma un dato oggettivo: ora pensiamo all’Unione Calcio, ma non ho gradito l’atteggiamento della terna, anche perché uno degli assistenti ha visto tutto non segnalando però il fallo di mano». Malgrado l’altalena dei distacchi, tuttora l’Audace Cerignola è padrona del proprio destino: «Nelle ultime cinque partite ne abbiamo disputate quattro in trasferta, il Bitonto esattamente il contrario -esordisce il tecnico-. Veniamo fuori da un ciclo terribile, ora tornerà l’alternanza casa-fuori per tutti. Siamo in testa meritatamente, siamo l’unica squadra che non ha mai perso il comando: per noi è una bella cosa, saranno gli altri a preoccuparsi, è difficile schiodarci dalla vetta». Domani arriverà un’Unione Calcio Bisceglie alla ricerca ancora di qualche punto per raggiungere la salvezza matematica: «Li ho visti dal vivo nella finale di coppa e mi hanno impressionato -afferma l’allenatore casertano-: hanno giocatori importanti, basti citare Moscelli, Bartoli, Caprioli. Dobbiamo stare attenti, anche se noi in casa ci esprimiamo ancora meglio: dobbiamo fare la solita partita nelle mura amiche e fare nostra la sfida». Scontata la squalifica, sembra ovvio il ritorno fra i titolari di Morra e Pollidori: Farina deve però fare attenzione anche ai diffidati (ben cinque) e tutti in predicato di una maglia da titolare. Ogni dubbio verrà sciolto in prossimità del fischio d’inizio.

L’Unione Calcio Bisceglie si trova al nono posto in classifica, con 29 punti ed un bilancio totale di otto vittorie, cinque pareggi ed undici sconfitte; trentadue gol fatti, ventisette subiti. La formazione dell’ex tecnico gialloblu Zinfollino ha conteso benissimo fino ai rigori la coppa Italia regionale al Team Altamura, con un esito sfortunato: da allora in poi, gli azzurri biscegliesi hanno un po’ mollato la presa, tant’è che hanno vinto solo una delle ultime sette partite. Domenica scorsa è arrivato un inaspettato stop interno con l’Hellas Taranto, ma gli adriatici hanno elementi di valore come Moscelli, Musacco, Ventura e Pascual e giungeranno nel Tavoliere con la voglia di conquistare un risultato utile per avvicinare la permanenza. Dirigerà l’incontro il sig.Leone della sezione di Barletta, coadiuvato dagli assistenti Nardi e Scrima, entrambi della sezione di Taranto.