Pregara Molfetta Sportiva-Audace Cerignola

Tre giornate alla fine del campionato di Eccellenza: domani (ore 16), l’Audace Cerignola farà visita alla Molfetta Sportiva per continuare la sua corsa in vetta. Primato rimasto inalterato con il successo di misura sul Team Altamura di domenica scorsa, arrivato al 90′ con la zampata vincente di Altares. Una vittoria sulla quale è tornato mister Francesco Farina: «Abbiamo incontrato una squadra importante, partita in estate per vincere il campionato. Noi abbiamo fallito parecchie occasioni da gol nel primo tempo, poi nella ripresa su una palla inattiva si è trovato il vantaggio ed il risultato è ineccepibile». Anche con i murgiani la squadra ha esibito le sue qualità migliori, caratteristiche da grande compagine: «Voglia di vincere, determinazione e pazienza sono caratteri delle mie squadre -sostiene l’allenatore casertano-: la cosa importante sono anche gli ingressi dalla panchina, con giocatori che riescono a cambiare le partite. Questo perché tutti i 18 elementi della distinta sono importanti, ognuno può dare il suo contributo». Avversario di turno la Molfetta Sportiva, penultima ed alla ricerca di punti salvezza o, con più probabilità, per la migliore posizione possibile per i playout: «In casa hanno battuto il Casarano e sono temibili, noi andremo lì con il solito massimo rispetto, ma c’è un solo risultato a disposizione -afferma Farina-. Dobbiamo cercare di far nostra la partita avendo la necessaria pazienza delle ultime uscite, perché nei secondi tempi sto notando dei cali da parte delle avversarie». Ciano salterà la sfida per squalifica, mentre Pollidori rientra dopo due turni di stop: quest’ultimo sarà di sicuro del match, per il resto un paio di piccoli dubbi che saranno sciolti a poche ore dal calcio d’inizio.

La Molfetta Sportiva come anticipato è penultima in classifica con 22 punti ed un bilancio di cinque vittorie, sette pareggi e quindici sconfitte; ventiquattro i gol realizzati, quarantadue quelli subiti. I biancorossi sono reduci dall’importante successo esterno di Vieste, e fra le mura amiche hanno raccolto 16 dei 22 punti in graduatoria: il team del presidente-allenatore Lanza può disporre di calciatori quali Visconti, Lamatrice, Senè e Sallustio che conoscono la categoria ed assicurano la giusta esperienza. L’obiettivo degli adriatici è indubbiamente evitare l’ultimo posto, per giocarsi il tutto per tutto negli spareggi salvezza. Dirigerà l’incontro il sig.Barbiero della sezione di Campobasso, coadiuvato dagli assistenti Talucci e Miceli, entrambi della sezione di Taranto.