Pregara Audace Cerignola-Bitonto

E’ arrivato il momento della verità: domani, alle ore 16, Audace Cerignola-Bitonto potrebbe decidere le sorti del campionato di Eccellenza: in caso di successo, gli ofantini sarebbero promossi in serie D con una giornata di anticipo. La squadra guidata da Francesco Farina arriva al big match dopo la vittoria a Molfetta, che ha consentito di mantenere il +2 in classifica sui rivali: «I ragazzi hanno affrontato la sfida col piglio giusto, una grande prestazione da parte loro. Non abbiamo avuto problemi, la vittoria è stata limpida: anche chi non aveva giocato molto ed è stato impiegato non ha deluso ed è andato molto bene». C’è il Bitonto sulla strada per la D, questa l’opinione del mister sulla diretta concorrente: «A parte la stima che ho nei confronti del collega De Candia, dire che il Bitonto non era favorito per i primi posti secondo me non è giusto: loro hanno mantenuto il profilo basso, ma una squadra che ha nella rosa Zotti, Manzari, Turitto, Campanella ed altri ha un grandissimo valore. Magari altre sono partite dichiaratamente per l’obiettivo di vittoria, ma non si può dire che non sia stato lo stesso per loro». Sarà un confronto anche tra chi ha totalizzato più punti in casa e chi in trasferta, quale può essere il fattore che può fare la differenza? «Domani per me è una partita come le altre, bisogna prepararla adattandola all’avversario ma sempre alla stessa maniera -spiega il tecnico casertano-. Giochiamo sempre per vincere e così sarà anche domani. Il Bitonto sta facendo un gran rush finale, ma a mio parere il Cerignola ora è la formazione più forte del campionato, avendolo dimostrato negli scontri diretti». Per quanto riguarda lo schieramento di partenza, Ciano tornerà al suo posto in difesa, scontata la squalifica: davanti il solito trio Morra-Loiodice-Di Rito, mentre per gli altri reparti le conferme si avranno solo alla compilazione della distinta.

Il Bitonto proviene da otto vittorie consecutive, 65 punti in graduatoria con un computo complessivo di venti affermazioni, cinque pareggi e tre sconfitte. Un team ben allestito ed ottimamente guidato da mister Pasquale De Candia, con elementi di assoluto valore ed esperienza nella massima categoria regionale: si va da Zotti e Manzari (39 gol in due), da De Santis a Turitto, da Bonasia a Cantatore. I neroverdi hanno scalato le gerarchie e sono con merito a disputarsi a 180′ dal termine la vittoria del campionato, con in dote una delle difese meno battute dell’Eccellenza. I baresi avranno solo un risultato a disposizione, il che potrebbe favorire l’Audace nelle ripartenze con i velocisti sulle fasce a disposizione dei cerignolani. A dirigere l’incontro un fischietto proveniente da fuori regione, il sig.Duzel della sezione di Castelfranco Veneto, coadiuvato dagli assistenti Balestrucci di Barletta e Nardi di Taranto.