Audace Cerignola e Settore giovanile: parla il responsabile tecnico Francesco Matera

Dal campo di calcio ad una scrivania in pochi giorni. Potrebbe essere questa la perfetta sintesi della nuova carriera di Francesco Matera, neo responsabile tecnico del settore giovanile dell’Audace Cerignola. L’esperienza c’è tutta. L’occhio per guardar crescere i ragazzi, per scovare magari nuovi talenti, non manca ed è ben allenato dopo le tante esperienze e vittorie sul campo. Dai settori giovanili con le maglie di Salernitana (serie B) e Manfredonia (Lega Pro) passando per Ostuni (Eccellenza e serie D), San Severo, Trani e Audace ovviamente con la quale ha conquistato la storica promozione in serie D. La festa, tanta (!), prima della chiamata del presidente Nicola Grieco: “Francesco e se diventassi responsabile tecnico del settore giovanile?” «Non  ho esitato un attimo, ho subito accettato, convinto di volermi tuffare in questa nuova avventura» dichiara Matera. Ed infatti, l’ex difensore gialloblù ha messo subito le nuovi vesti di dirigente. Tanti cambiamenti, tante le novità: «Certo, ci sono molti più impegni ed hai molte più responsabilità. Pian piano sto familiarizzando con questo nuovo incarico e per questo devo ringraziare il direttore generale Angiolino e il ds Fernandez. Con loro sto apprendendo tante cose a cui non fai caso quando sei calciatore».

Juniores Nazionale, Allievi e Giovanissimi. Tre categorie, tre campionati che i ragazzi dell’Audace Cerignola dovranno affrontare con la stessa carica, voglia e determinazione che ci sta mettendo il proprio nuovo direttore: «Affronteremo campionati difficili, in cui cercheremo di fare la nostra bella figura. Sono convinto che manterremo alto il nome dell’Audace». Con gli Allievi e i Giovanissimi sarà ancora Regionale. La novità è costituita dalla Juniores, al debutto assoluto nel campionato nazionale. Una vetrina allettante per la società, per i ragazzi e anche per quegli under di prima squadra pronti ad aggregarsi nell’under 18 qualora non arrivasse la convocazione di mister Farina alla domenica, segno di una grande sinergia tra il settore giovanile e la prima squadra: «La categoria Juniores sarà una vetrina importante per tutti. In più, gli under di prima squadra ci daranno una grande aiuto ma saranno allo stesso livello degli altri ragazzi in rosa. Chi merita scenderà in campo».

L’obiettivo è quello di scovare giovani cerignolani forti, utilizzabili in futuro anche in prima squadra: «E’ il mio obiettivo ed è proprio il motivo per cui sono stato scelto. Portare anche solo un ragazzo delle giovanili in prima squadra per me sarà più che una vittoria». E allora Francesco, perché un ragazzo dovrebbe scegliere l’Audace Cerignola? «Semplicemente perché è la società più sana in circolazione che ti offre la possibilità di crescere sotto tutti i punti di vista». Semplice, conciso e perché noi anche un  po’ emozionato. In bocca al lupo per la nuova avventura Francesco.