Pregara Audace Cerignola-Cavese

Sfida di alta classifica domani, per la sesta giornata di serie D (girone H): l’Audace Cerignola riceverà al “Monterisi” la Cavese, nel terzo impegno settimanale dopo il vittorioso derby di Manfredonia ed il passaggio ai sedicesimi di finale di coppa Italia ai danni del Campobasso. Un test difficile ed importante attende i gialloblu, come conferma il tecnico Francesco Farina: «Sarà una partita complicatissima, perché secondo me la Cavese ha l’organico più completo fra le rivali dirette. Hanno almeno quattro-cinque giocatori che hanno giocato in serie B e diversi che hanno militato in C: un match importante, il più importante della giornata, e dovremo sfruttare i loro pochi punti deboli». I campani sono decisamente in crescita: dieci punti in quattro giornate, tre affermazioni consecutive ed un organico altamente competitivo: «Alcuni dei calciatori della Cavese li ho allenati, D’Alterio ad esempio ha esordito con me a Caserta in D: sono ragazzi che hanno ancora stimoli per giocare in questa categoria e mi fa piacere, perché ci troveremo di fronte dei veri professionisti». Due settimane fa il Taranto, domani i campani, poi ci sarà lo scontro col Potenza: è un vantaggio o no incrociare i tacchetti fin da subito con le candidate principali alle prime posizioni? «Avrei preferito un calendario meno pesante -spiega il tecnico casertano-, dalla quarta alla settima giornata incontrare le tre più forti concorrenti non è semplice. In questo girone tutte le partite sono complicate, ma questi due impegni ravvicinati vanno gestiti per recuperare qualche elemento che non è al meglio». Per quanto riguarda la formazione, dovrebbe essere ancora indisponibile Di Bari, qualche problemino anche per Longo che potrebbe partire dalla panchina: Farina studia al massimo un paio di cambi rispetto all’undici che ha iniziato a Manfredonia.

La Cavese ha 10 punti in classifica e, a parte il rovescio interno dell’esordio con il Potenza, sta crescendo di condizione e gioco di settimana in settimana: l’allenatore Dino Bitetto è fra i più esperti del lotto ed ha alle sue dipendenze un gruppo di giocatori dalle notevoli e importanti esperienze in tornei di livello: gli ex Foggia Marruocco e D’Alterio, i difensori Gorzegno e Fabbro, gli attaccanti De Angelis, Girardi e Tripoli. Occhio anche alla punta classe ’96 Martiniello, a segno tre volte nel successo casalingo ottenuto sulla Sarnese. I salernitani hanno espugnato anche il duro campo di Altamura e avranno l’intenzione di provare a violare lo stadio cerignolano. L’incontro avrà inizio alle ore 16: la direzione di gara è stata affidata al sig.Zaffada della sezione di Sulmona, coadiuvato dagli assistenti Marollo e Colonna, entrambi di Vasto.