Vittoria 3-2 del Cerignola con la Turris

E’ la prima del nuovo mister Vincenzo Feola ma anche l’occasione per il riscatto dopo Potenza. Parte a doppia velocità l’Audace Cerignola con uno schieramento offensivo che vede in attacco Adamo, Longo e Montaldi dietro il vertice alto Gambino.
Tanto gioco e buone trame non bastano ad annullare gli avversari, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo complicano la vita ai cerignolani: alla mezz’ora vantaggio Turris con tiro imparabile di Boriello. Dieci minuti più tardi è Improta a fuggir via e a fare centro.
In situazione di difficoltà reagiscono bene i gialloblù che un minuto più tardi accorciano con una bella rete dell’esperto Anibal Montaldi, a seguito di azione orchestrata.

Nella ripresa Feola inserisce Morra al posto di Gambino e poi ancora Russo al posto di Vicedomini e Portaccio per Adamo. La squadra macina gioco, ma non riesce a riportare in parità il risultato. La svolta arriva con l’ingresso di Carmine Marinaro: il numero 10 infila da calcio d’angolo il momentaneo pareggio. Sono solo i primi squilli di tromba. Il Monterisi è una bolgia e il tifo sale. Tanto gioco in attacco per l’Audace e diverse situazioni di superiorità numerica. A tre minuti dalla fine è Fabio Longo a regalare la gioia al pubblico: in spaccata manda la palla in fondo al sacco e regala i tre punti ai gialloblu.

«La squadra non ha mollato mai: questo secondo me è l’aspetto più importante dell’intera gara – ha detto mister Vincenzo Feola a margine della gara -. I ragazzi hanno corso, hanno lottato e dato tutto fino alla fine. E’ ovvio che possono esserci delle difficoltà, in considerazione anche dl poco tempo avuto, ma la reazione è importante. Sono contento per la squadra, per i ragazzi per il pubblico che ci ha sostenuto fino alla fine».