Il bilancio di fine anno di mister Teore Grimaldi

Tempo di fine anno, tempo di bilanci per mister Grimaldi, da quasi due mesi alla guida dell’Audace Cerignola. Il tecnico di Frattamaggiore, imbattuto da quando si è seduto sulla panchina gialloblu (diciassette punti in sette gare), è molto soddisfatto dell’andamento della squadra: «E’ stato fatto un grandissimo lavoro, malgrado i grandi problemi che ho trovato al mio arrivo: con i ragazzi siamo riusciti a riassestare tutto, attraverso un lavoro intenso, meticoloso, con una grande organizzazione societaria. Il presidente Grieco è molto ambizioso, ci ha trasmesso serenità in un momento cardine della stagione ed i ragazzi si sono tolti parecchie soddisfazioni nell’ultimo periodo. Per molti era impensabile arrivassimo al giro di boa in questo modo, il culmine è arrivato con la qualificazione agli ottavi di coppa Italia nonostante la presenza di molti under in campo. Sono molto contento, la squadra ha trovato una sua identità adesso ed i risultati lo confermano».

Il 2017 agonistico si è chiuso con una amichevole con l’Ascoli Satriano, militante nel girone A del campionato di Promozione: un buon test per mantenere alto il livello di forma. «E’ stata una buona sgambatura, considerando anche il carico di lavoro degli ultimi giorni, comprese alcune doppie sedute. I calciatori come sempre si sono applicati tantissimo, applicando quello che proviamo negli allenamenti».

Cosa vede Grimaldi nell’oroscopo 2018 per l’Audace Cerignola? «Più che previsioni preferirei parlare di lavoro, continuando sulla scia intrapresa, con tanta umiltà: non l’ho mai detto, ma in questi due mesi si è fatto davvero qualcosa di importante. Ci si è rialzati benissimo da una situazione difficile e devo ringraziare ogni componente della società. Dobbiamo continuare anche così per il futuro, con il presidente Grieco abbiamo fatto un mercato oculato, inserendo i tasselli che mancavano nei posti giusti: lasciando intatto anche un gruppo di uomini che sotto l’aspetto comportamentale, umano e caratteriale nonché tecnico-tattico hanno realizzato tantissimo negli ultimi due mesi. Bisogna avere i piedi per terra ed un profilo basso, siamo nelle zone di vertice ma la parola d’ordine è sempre la stessa, lavoro».

In chiusura, gli auguri per il nuovo anno dell’allenatore napoletano per i tifosi cerignolani: «Fin dal mio arrivo qui sono stato accolto benissimo, mi sono sentito subito a casa. Questi sono auguri originali –rivendica con orgoglio Grimaldi-. Auguro un 2018 radioso alla società: non è facile in questi tempi trovarne una che ti fa stare bene e non fa mancare nulla. Estendo gli auguri anche a tutti i miei collaboratori e calciatori, e ovviamente anche ai nostri calorosissimi tifosi: ci rivediamo il 7 gennaio al “Monterisi” contro lo Sporting Fulgor».